Warning: strpos(): needle is not a string or an integer in D:\inetpub\webs\ioepapperinait\blog\index.php on line 31

Warning: strpos(): needle is not a string or an integer in D:\inetpub\webs\ioepapperinait\blog\index.php on line 37
Io e Papperina
Pizza Margherita? 
Pizza? Ok ore 20.30 da te.
E così, dopo 15 giorni dal primo impatto con mariti-fidanzati( certi rapporti non li so definire)ci ritroviamo nella pizzeria sotto casa mia in quattro.
Quattro perchè Lancillotto fa parte del gruppo e lo mettiamo seduto in un posto X perchè per l'immaginazione il posto non ha un senso.
Parliamo del più e del meno, dei tempi andati ridendoci sempre e comunque sopra. Mia cugina è sempre uguale e io mi accorgo ancora una volta, che le persone non cambiano( gli uomini non cambiano..Mia Martini).
Esco un attimo dalla conversazione in punta di piedi perchè nessuno se ne accorga e raggiungo Lancillotto che essendo pura immaginazione vola su di noi( Pupo).
Mi siedo lassù mentre mia cugina dice che la nostra famiglia è simile alle nuvole che cambiano forma in continuazione. Nessuna certezza se non la certezza di non avere certezze.
E io penso che giusto pochi giorni fa mi chiedevo cosa potessero sognare le nuvole e poi mi rispondevo che le nuvole possono solo fare i sogni dei bambini. Sogni semplici, futuristici,inventati,leggeri, mutanti come appunto sono le nuvole stesse.
Sogni spesso dimenticati, molto colorati, sogni da favole perchè le favole sono sogni e i sogni possono anche diventare favole.
Ritorno seduta e la guardo e vorrei tanto farle capire che la vita va accettata così come è, e goduta per quello che è, e che è inutile chiedersi tante perchè, perchè alle volte un perchè non c'è.
Ci siamo solo noi che, giorno dopo giorno,dovremmo imparare a conoscere noi stessi e amare gli altri per quello che sono.
Penso che nessuno è perfetto e che se qualcuno fa degli errori magari è convinto di aver agito bene. I genitori sono esseri umani e i mariti anche ed è per questo che noi li amiamo. Alla mia età ho capito che amare è accettare ed amare anche gli sbagli. Non deve esistere la parola perdono o dimentico, perchè gli errori esistono solo per te stesso. Le persone che ami sono solo ciò che tu vuoi vedere e non devi cercare di cambiarle, non devi convincerle delle tue idee, devi solo e semplicemente amarle per quello che sono godendo della bellezza che ti offrono sapendo che il bello è soggettivo, il giusto pure. Ogni persona ha la propria morale e quando riesci a capire tutto questo e allora si vedi che fantastica storia è la vita(Antonello Venditti).
Avevo scritto queste quattro parole su un foglio questa mattina e lasciate lì. Questa sera ho trovato scritto sotto due righe:
La vita è un sogno reale che fa desiderare di essere vivi anche quando sei fuori dal mondo.
Vivi, amore mio, e che Dio ti dia sempre la gioia di viverla questa vita meravigliosa
la tua mamma.
Da questo ho dedotto che il generale è venuto, ha letto e pure commentato...

[ 2 commenti ] ( 24 visite )   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3 / 871 )
Un giorno corre il cane e un giorno corre la lepre 

Deve essere un proverbio veneto ma rende l’idea.
Alla fine corriamo tutti dietro a qualche cosa che speriamo di prendere... magari l’ennesima illusione, forse il sogno di una vita oppure effettivamente ciò che meritiamo. E tutti vogliamo qualche cosa, e tutti la vogliamo diversa basta che alla fine ci dia la tanto agognata felicità. Ci sono persone che vorrebbero avere, nel senso di possedere, cose meravigliose come gioielli, macchine sportive, case enormi e sontuose e corrono per raggiungere questo sogno per poi semplicemente ostentarlo ed essere felici.
Questa è una faccia della felicità.
C’è gente che vorrebbe essere potente e si adopera in tutti i modi per arrivare a coronare questo sogno e questa è un’altra faccia della felicità.
Ci sono persone che non hanno aspirazioni, non si pongono domande e vivono nella loro felicità fatta di niente. Ci sono persone che sono eternamente scontente e trovano la loro felicità nel lamentarsi con gli altri.
Ma la mia felicità è riuscire a vivere con me stessa accettandomi per quella che sono e godendo di tante piccole cose che ogni giornata mi offre. Forse non sarà una grande felicità per qualcuno ma per me sì. Guardarmi intorno e vedere, ascoltare una musica e sentire, leggere un libro e pensare di capire.

[ 7 commenti ] ( 42 visite )   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3 / 872 )
A Lancillotto per Pasqua 
Ti ho pensato e ti ho inventato.
Poi ti ho cercato e poi ti ho trovato e alla fine ti ho voluto. Adesso ti ho qui vicino a me e penso a quanto tempo ho perso per volerti come sei ma anche a come vivo bene con te.
A volte la presenza non conta perchè, anche se non siamo insieme, tu sei dentro di me, nella mia mente e comunque io ti sento vicino.
Questo deve essere proprio amore perché é solo nel momento in cui lo trovi che ti rendi conto che non l'avevi mai avuto prima. E' un tutto rotondo, è l'attimo colto e vissuto,è la bellezza di essere in pace, è l'essere tranquilla, è il modo di sentirti con gli occhi.
Una carezza fatta con un battito di ciglia che nessun altro può percepire, soltanto io che dentro a quella carezza vivo consapevole di farlo. L'amore a volte è semplice e per me l'amore è solo quello, perchè solo semplice deve essere il vero amore.
Non deve mai creare problemi e se lo fa bisogna risolverli subito, perchè un problema è come un sassolino che se non viene spostato crea un muro alto invalicabile e l'amore si ritira da una sola parte e tu non vedi più l'altra.
E allora sposta quel braccio che mi impedisce di metter la testa sulla tua spalla e tienimi stretta. Baciami gli occhi e dimmi ancora di accendere la luce perchè al buio non riesci a leggerci dentro anche se non serve perchè tu mi senti.
Baciami ancora gli occhi e dimmi che sono stelle ridenti perchè di stelle cadenti il cielo ne è pieno. Stringimi ancora ma piano perchè ho la tosse tienimi al caldo e curami e fammi sentire un tamagotchi...

[ 1 commento ] ( 3 visite )   |  permalink  |  riferimento  |   ( 2.9 / 809 )
Domande di un fine estate di un tempo che fu... 
Il mondo ogg: grigio o blu?
A parte la canzone che mi fa tornare indietro di molti anni e quindi ,in questo momento, la nostalgia ha dipinto tutto di grigio perchè i ricordi sono di quel colore siano belli o bruttie tendono come le foto in bianco e nero ad assumere una tonalità non definita, dove i contorni sfumano e si perdono nello sfondo...
Ma torniamo alla domanda...
Ad una certa età il mondo diventa di tutti colori perchè forse incominci a renderti conto che la vita passa e che devi prendere quello che ti da nel modo più bello e, come accetti questa tesi, la tavolozza dei colori si riempie di tinte nuove...
Il cielo non è solo grigio o blu, ma diventa azzurro, verde tendente al turchese, opalino, rosato al tramonto con sprazzi di arancio dove ancora il sole non vuole morire, grigio fumo e denso quando un temporale è vicino, le nuvolette bianche sono appese quando il sereno ti regala la profondità dell'azzurro illuminato dal sole che diventa cangiante, con aloni di tutte le gradazioni del giallo quando la luna solca il cielo, piena e rotonda nelle notti d'estate con il suo colore, intenso, caldo, che rischiara il nero.
Invece d'inverno il cielo scuro ci mostra una luna fredda, quasi bianca, ghiacciata come le stelle che quasi non riflettono il loro splendore, mute nel gelo della notte. Ora il cielo è simile al colore di una pietra dura il calcedonio, quell'azzurro pallido che devìa verso il grigio e il violetto fondendosi e un timido sole pare voglia ribadire ,senza coraggio, che è ancora estate. Il mio mondo va di pari passo con il colore del cielo dalla più triste malinconia ,quando l'indecisione porta il tempo a non saper cosa fare di se stesso, alla più incredibile goia quando si scatena nel bello o nel brutto con tutta la sua forza e la sua estrema bellezza. Ecco questa sono io, in continua alternanza di umori perchè la vita mi da nello stesso tempo rimpianti di cose perdute e curiosità per le nuove. Ma ditemi voi di colore è il vostro mondo, chiudete gli occhi e pensate voi il mondo di che colore lo vedete e lo vedete veramente il mondo? E' veramente tondo? si??? allora inizia e finisce con voi?

[ 1 commento ] ( 20 visite )   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3 / 791 )
Lunedì... martedì ...ma la domenica... 
Settimana iniziata in modo pesante...
E' lunedì e sono già stanca. Di che? Di correre come sempre.
Ultimamente non so dove sono,non conosco le città che attraverso e non mi ricordo in che lettino ho dormito...sembra un po' la storia dei tre porcellini o no?
Troppe emozioni tutte ristrette in in poche manciate di mesi.
Ultima sabato:mia cugina. Riscoprire di avere ancora dei parenti dovrebbe essere bellissimo e infatti lo è.
C'è solo un piccolissimo problema e cioè superare 30 anni, o quasi, vissuti da soli.
Dove sei?
Cancello cartello attenti al cane.
Ti apro.
La vedo dopo tanto tempo la vedo e ritorno bambina perché
è con lei che ho vissuto da quando avevo due anni e mezzo, e lei è nata, fino ai venti e qualche cosa.
Per me non è una cugina ma una sorella che per scelta di vita( forse nemmeno mia) ho perso per strada scegliendone una diversa dalla sua.
Il difficile non è guardarla oggi perchè io la vedo sempre come allora.
Il difficile non è ricucire un rapporto perché il rapporto, me ne accorgo adesso che la vedo arrivare al cancello, non è mai stato rotto.
Il difficile è solo rendersi conto che noi abbiamo vissuto in una famiglia che ha fatto tanti sbagli o perlomeno che vedeva la vita in modo abbastanza inconsueto.
Il difficile è ricordare il passato perché a volte fa male.
Il difficile è voler ricordare solo le cose belle e questo, secondo me, è quello che vogliamo entrambe.
In genere le famiglie unite formano saghe o zuppopere alla Beautiful. Noi invece abbiamo l'una e l'altra senza avere una famiglia unita.
Partendo dalla notte dei tempi ad oggi la nostra sagazuppopera mi fa scoprire che una Brooke patavina riemerge con un figlio, anzi due, di 90 anni( mentre lei continua ad averne 27) che nessuno conosce forse nemmeno lei.
Così scopro cugine mai conosciute figlie di pseudo zie mai conosciute...
Il potere della ricerca? Alla faccia della famiglia lineare... La mia è tutta curve!
Comunque oggi non è più lunedì e io sono a Firenze domandandomi quante olive produce un ulivo all'anno, domanda del tutto sensata per una famiglia come la mia.
Lunedì ho rivisto mia cugina. Le ho presentato Lulù e le ho presentato pure la mia casa perchè anche lei(la casa) ha un' anima come l'aglio.
Ho ricevuto 70 visite, 456 telefonate e mi sono buttata sul letto distrutta. Ci ritroveremo domenica per unire le foto e un altro anello alla catena.. La zuppopera continua

[ 6 commenti ] ( 32 visite )   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3 / 990 )

Indietro Altre notizie