Warning: strpos(): needle is not a string or an integer in D:\inetpub\webs\ioepapperinait\blog\index.php on line 31

Warning: strpos(): needle is not a string or an integer in D:\inetpub\webs\ioepapperinait\blog\index.php on line 37

Warning: strpos(): needle is not a string or an integer in D:\inetpub\webs\ioepapperinait\blog\index.php on line 43
Io e Papperina
Aspettando non so cosa… 


Franz von Stuck Salomè

Oggi ho il naso gonfio…anzi sono ormai tre giorni che non riesco a portare gli occhiali e viaggio munita di lenti a contatto con cui vedo benissimo da lontano ma nulla da vicino. Questo fatto comporta un continuo leva e metti di un paio di occhiali che ho appiccicato al collo e che mi danno la possibilità di leggere e di mangiare nonché pelare le patate e non affettarmi un dito. La mancanza di vista da vicino rende le mie mani molli di natura ancora più scivolose. Mi cade tutto però almeno gli occhiali non mi battono sul naso dove ho male tranne quando li rinfilo per non combinare ulteriori guai. Mi sento cieca, anzi lo sono e questo mi provoca la sensazione di vivere nella nebbia e quando invece guardo attraverso le lentine mi gira la testa come se avessi inalato gas esilarante. Adesso, mentre aspetto il mio insegnante (ecco cosa aspettavo… miracolo… la mia testa forse ha ripreso a funzionare… dopo il reset notturno? Nooo anche questa notte quasi in bianco) non vedo la tastiera e digito a memoria sbagliando dieci lettere su una! Ma cosa mi sarà successo? Non lo so. So solo che l’altro giorno avevo un male cane al naso e dopo tanti giorni che lo vedevo gonfio ne ho dedotto che mi ero presa una botta. Sembro appena scesa dal ring dopo un combattimento con Rocky ma sono sicura che passerà anche se incomincio a temere per la mia incolumità dato che sono cieca. Ma torniamo indietro nel tempo… Ho preso una botta? Non so non ricordo ovviamente ma non credo ci siano altri motivi per avere una patata dalla parte destra del naso. E ne ho anche una in testa! Ma da quanto tempo? Mi sembra di stare in una telenovela dove può accadere di tutto senza che il protagonista ne sappia nulla! Posso essere diventata sonnambula? Dato che non dormo mi sembra impossibile! Sono posseduta come nell’esorcista? Questo è già più probabile! La mia testa, la mia testa, le mia testa… Dove è la mia testa? Il mio regno in cambio di una testa e non di cavallo vi prego abbiate pietà per una povera cieca e per di più palla che rotola senza sapere dove si trova e dove vuole andare. Pietas! Latino francese inglese… Le mie lezioni di inglese continuano dando ben pochi frutti perché non studio e non tiriamo fuori la scusa che è perché non ci vedo… Non regge! Poca voglia di studiare e di fare bene aggiungerebbe mio nonno e aveva sacrosanta ragione. Comunque le mie giornate sono sempre piene di nulla magari ma piene. Tanti finti impegni che mi mantengono viva e soprattutto mi danno la spinta per uscire. Sono pigra tanto pigra anzi pigrissima!
Settimana o più settimane che non vengo qui a buttare giù un paio di pensieri sperando di finirli? Non lo so dovrei guardare la data del post precedente ma è troppa fatica! Comincio da domenica scorsa quando con tanta fatica mi sono lavata vestita truccata e sono andata a teatro. Chissà perché poi mi rendo conto che ho fatto bene a impormi su me stessa e uscire! Comunque “Giulio Cesare”
Bella recitazione e pezzo molto compresso e complesso. Mi ha lasciato molto elettrica tanto che avrei fatto la strada del ritorno di corsa per scaricarmi dalla tensione. Mi è piaciuto tutto e ho trovato tutti molto bravi e potenti nella recitazione. Insomma da non perdere. Venerdì scorso “Pettegolezzi delle donne”. Un Goldoni scorrevole. A differenza del Giulio Cesare molto più semplice, meno efficace, di immediata comprensione, di divertimento assicurato per tutti. Anche qui ben recitato, bel dialetto e piacevole serata. Cinema: La ragazza del treno. Avevo letto con molta fatica il libro, quasi non arrivavo a finirlo. E’ rimasto sul comodino molto più tempo del dovuto. Lento, poco intrigante, poco thriller, poco tutto.
Non mi era ovviamente piaciuto ma io mi metto sempre in discussione e quindi ho pensato di essere cretina io, dato che ha avuto un enorme numero di vendite, oppure di averlo letto nel momento sbagliato. Così ho deciso, per farmi ulteriormente male, di andare a veder il film. Non mi è piaciuto nemmeno il film. Ne ho dedotto che forse non è proprio il mio genere. Non solo il libro è lento ma anche il film. Non solo il libro è noioso, ma anche il film. Non solo: Per me non è nemmeno un thriller. NON SOLO : Non è niente!!!!
Il giorno prima ero andata a vedere Anastasia balletto in tre atti che mi ha fatto vomitare! A parte la musica non idonea ad un balletto che mi ha agitato quasi quanto Giulio Cesare ma in maniera del tutto negativa, la danza se è possibile mi ha agitato ancora di più. Raramente ho visto due cose così brutte una dopo l’altra. Questione di gusti ma il balletto mi ha fatto venire alla mente il “Parsifal” da cui ero scappata. Colpa della mia ignoranza? Sicuramente sì.
Ancora prima avevo visto Accountant film che mi è piaciuto moltissimo e che di nuovo ha messo in moto la mia mente cercando il confine tra bene e male. Esiste? Dove è la linea di demarcazione? Può essere la vita solo bianca o nera o come penso io è invece piena di sfumature difficili da collocare?
Il male confluisce direttamente nel bene e viceversa? Tutto il male non può diventare in arte bene? E il bene non può fare a volte male? Dovrò tornare su questo tema nelle mie notti insonni e adesso mi interrompo perché devo uscire..
Solo due parole ancora due e poi via di corsa ma lenta molto lenta come la cottura del ragù.
Doctor Strange tanto per passare due ore…
American Pastoral: Di nuovo lo stesso tema giusto o sbagliato? Bene o male? La differente maniera di prendere gli eventi della vita. Una madre che vuole dimenticare, un padre che invece si aggrappa al ricordo cercando di ritrovare la figlia e la figlia fragile che però diventa il perno della vita di quella famiglia devastata. La certezza che non ci sono certezze. Nulla è perfetto anche la bellezza passa e soprattutto anche la bellezza diventa un ostacolo. Anni 60 in America, rivoluzione dei figli dei fiori mentre ancora esiste il razzismo. Temi difficili che fanno ricordare quanto poco tempo fa eravamo ancora immersi in un mondo dove tutto ci sembrava possibile e dove eravamo agli albori di una civiltà che oggi ci appare in continua evoluzione. Non più differenze tra uomini, o almeno in apparenza, ma solo tanta tanta libertà anche di poter avere figli da madri surrogate che hanno come unico scopo quello di poter dare una discendenza a chi non ne ha la possibilità. Progresso o no?



[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3 / 438 )
AGENDA: INDIETROOOO!!!!! 
E lei obbediente si lasciò girare le pagine con uno slancio che mi fece venire un principio di lacrima…
Le agende hanno un’anima? E se si, hanno un universo parallelo dove mettono in luce le proprie capacità? Seguono la moda e si fanno belle con i soldi che spendiamo per loro? Si pavoneggiano come le moleskine? Hanno un costo esorbitante come le piquadro o le Mont blanc? Si sentono amate e soprattutto ci amano? Hanno uno psicologo per quando ci scriviamo sopra male oppure addirittura cancelliamo con un segno di pennarello? Lo psicologo ovviamente sarà da prodotto da Legami? Emerito professor Legami che con la sua magna dottrina ha curato molte agende e legate ancor di più. Legami per non essere più libera!
Cuor di agenda è la mia… Buona tenera che si spezza con un grissino… Mio dio la fame fa brutti scherzi…
Ma veniamo a noi. Oggi giornata tipicamente autunno-inverno come la moda. Piove e il gatto non si muove… Il mio sta acciambellato sul cuscino ed è pieno di freddo. Si, ebbene si, comincio a parlare del gatto…



Lo ho solo annunciato o almeno mi sembra, eppure lui comincia a far parte della mia vita. Mi è stato regalato e adesso occupa il mio letto solo quando vuole lui, vale a dire quando è freddo! È molto carino,forse bello, con due occhi enormi e verdi, e una vocina simpaticissima. Adesso si è innamorato di una pianta e se io cerco di spostarla lui mi segue agitando la coda e facendo un sacco di voci flebili e di miii contenuti per farmi capire che la pianta è sua e che nessuno, dico nessuno la deve toccare. A quel punto io capitolo e rimetto la pianta nella vasca e lui subito si precipita da lei e si mette a fare della fusa che sembra una bialetti!
Ormai è con me da 10 mesi ma il nostro rapporto non è ancora consolidato. Lui è molto per i fatti suoi come tutti i gatti (forse?).
Non ama venire n braccio, anzi non ci pensa proprio e se io lo prendo dopo trenta secondi di finta sottomissione comincia ad innervosirsi e vuole scendere. Di certo non è Lulù ma chi mai potrà uguagliare tanta dolcezza? Mi manca tantissima e mi accorgo che un gatto è molto meno impegnativo ma anche molto più indipendente. A volte mi dimentico di lui cosa impossibile da fare con Lulù che invece ti riempiva la vita. Mi (così si chiama il gatto) ha una sua vita che raramente si interseca con la mia se non appunto quando è freddo… Allora dorme sul mio letto sulla sua copertina in mezzo alle mie gambe tanto per togliermi un po’ di calore… ma per fortuna o oggi o al massimo domani, mi accendono i termosifoni e finalmente non avrò più i piedi gelati e potrò lamentarmi del caldo…
In questa casa sto bene per quanto riguarda le temperature…
In estate è un po’ calda ma io amo il caldo e in inverno è bellissimo poter stare in maglietta di cotone… Non rimpiango la mia vecchia casa e il fatto di avere la sbarra per entrare mi dà più sicurezza e anche avere chi accudisce alla caldaia, al giardino e a tutte quelle cose che per ventanni ho dovuto sorbirmi io.
Insomma sono contenta di questa nuova sistemazione. Stare da sola non faceva più al caso mio… Avevo paura ad entrare e a uscire perché trovavo sempre visite inopportune… ma adesso la paura è passata e io mi diverto ad andare a fare la spesa nelle piazze, ad andare al cinema e a teatro come già ho scritto. La settimana scorsa ho visto Cafè Society. Woody Allen è sempre divertente ed elegante. Ambientato negli anni trenta con bellissimi vestiti, gioielli meravigliosi e tavole imbandite il film mi ha dato un paio di ore di serenità. Tornerò a vederlo se avrò tempo e se il tempo vorrà. Sempre alla rincorsa del tempo perduto mi sento un po’ Proust con il suo romanzo più lungo del mondo… 9.609.000 caratteri…Sono anche io logorroica? Nooo io sono solo e sempre UNA PALLA e un’ OCA travestita da PAPPERA. Io veramente il tempo lo rincorro… Non riesco a stargli al passo. Lo perdo come tutto. Lo detesto perché è sempre troppo breve e quando finalmente ti sembra di averlo raggiunto e ti soffermi ad apprezzarlo ecco che scappa di nuovo e io di tempo ne ho sempre meno, sempre meno, sempre meno…
Vai dallo psicologo. Vai dallo psicologo. Vai dallo psicologo …
No che non ci vado no che non ci vado… Ho già smesso le pastigliette magiche e adesso comincio a non avere più effetti collaterali…e comincio pure a dormire e a risparmiare soldi… Che bellezza. La mattina finalmente mi sveglio senza avere la testa annebbiata e con la voglia di alzarmi. Insomma sono stata bravissima e ne sono fiera. Ho passato momenti terribili quando il sonno non veniva e venivano solo brutti ricordi e il mio cervello non riusciva a scacciarli perché la notte è bruttissima quando tutto diventa ovattato e i rumori sembrano dormire anche loro e solo tu ti giri nel letto umido di sonno bagnato… Già la notte il dolore esce allo scoperto e fa tutto il male possibile… Il dolore questo conosciuto che si fa largo in tutti noi e ti colpisce sapendo di far male… eppure anche lui fa parte della nostra vita… E bisogna accettarlo come le cose buone e poi saperlo combattere e non lasciarsi sopraffare. Comunque capitolo chiuso: sonniferi soppressi e xanax archiviato. Oggi esami del sangue! E vai… Ditemi che sto bene. Ditemi che sto bene OOOMMMM OMMM OM…
Ancora un giorno e poi saprò di che morte devo morire… Se il mio colesterolo è sceso, se i trigliceridi hanno una parvenza d valore umano e non sono più persi lassù tra le stelle ormai in vista di nuove galassie… E i trigliceridi ormai stanno per scendere su Marte e ci inviamo le prime analisi della atmosfera.. Potremo viverci? E i trigliceridi inviano ancora nuove foto. La vita su Marte sarà possibile solo se noi trigliceridi saremo inviati ancora più in là, lassù verso nuove frontiere dello spazio e l’Enterprise li raccoglie e insieme al signor Spock partono e viaggiano nel tempo che ho perso e che loro magicamente hanno ritrovato insieme a Proust appunto che li accompagna facendo da sottofondo… Vulcano li attende e i miei trigliceridi fanno un’altra capriola e il mio cuore improvvisamente si stringe e rilascia endorfine che sostituiscono la mia mancanza di sonnifero. E via per lo spazio alla ricerca di nuovi mondi su cui portare il mio cervello ormai quasi perso nello spazio…



E poi via di corsa a vedere Copa le vecia… graziosa commedia nel nostro dialetto che mi ha fatto molto rilassare lasciando le endorfine su Vulcano e stando con i piedi per terra… la nostra terra ed è qui che si sviluppa la nostra commedia. Bravissimi gli attori e carina anche la trama. Quando si gioca sugli scambi di persona ci si diverte sempre. E poi di nuovo di corsa a vedere Pets carinissimo con tutti i nostri animali domestici e le loro abitudini. I loro divertimenti e il loro modo di amare noi: Gli alieni e ripartiamo per Vulcano con il signor Spock.







[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 2.9 / 426 )
Questa settimana finisce settembre 




Sempre agenda alla mano. Lunedì va di opera. Non ne sono molto convinta e forse preferirei stare a casa…ma si sa che io son pigra e quindi con molto sforzo mi alzo dal mio divano e mi ficco sotto la doccia giusto per darmi un po’ di energia per vestirmi e truccarmi.
Truccarmi? Io in realtà non mi trucco ma mi spalmo sulla faccia una crema un po’ colorata che mi dia quell’effetto meno verde… Tutto qui il mio trucco…niente mascara perché da un po’ di tempo mi piangono gli occhi (forse per compassione verso me stessa o per allergia a non so che?) per il resto nemmeno fard risulterei ancora più verde. Pantaloni maglietta e calzetti, scarpe, allaccia stringhe, prendi borsa, prepara chiavi casa e macchina e partenza. Oggi Norma con nessun dorma.
Vista anche l’anno scorso (oppure era quest’anno?) ed era un po’ noiosa… La trama la sanno tutti, la musica anche.
Così comincia ed è subito spettacolo! Mi attende una scenografia da capogiro piena di crocifissi che mi inquietano e allarmano ma nello stesso mantengono alta la mia attenzione. Luci meravigliose costumi altrettanto e voci incredibili. La Norma alla Royal Opera House è incantevole e d io sto più di tre ore in trans. Non vorrei finisse tanto mi piace e pensare che non volevo venire!!
Esco veramente entusiasta con un pacchetto di libri che ho comperato da Mondadori. Uno particolarmente mi ha colpito ma ne parlerò quando l’avrò letto facendo le mie critiche. Mi accorgo che ultimamente non sto leggendo affatto. Perché? Non lo so ma non ho voglia di nulla e mi limito a guardare la tv e a leggere le ultime notizie. Periodo bislacco questo forse dovuto al fatto che dormo pochissimo e malissimo e di conseguenza sono sempre stanca e la mia attenzione ha subito un brusco arresto un po’ come la nostra economia. Ma come dice Renzi la strada si sta aprendo e l’Italia uscirà da questa crisi come io tornerò a dormire.. hahahaha…non ci credo!!! Il mio cervello sta andando in fumo come i soldi in borsa… Mi accorgo che io di borsa non capisco nulla a meno che non si parli di borse tipo Hermès, Prada, Vuitton che allora immediatamente focalizzo. Scarpe e borse che bellezza…
Il giorno dopo mi aspetta un film su Nick Cave.
Mai più mai più mai più… Una lagna terrificante peggio di Guccini, di Bob Dylan e di Gaber e anche di Jannacci e di Fabrizio de Andrè. Bellissimi quando si ascoltano per una canzone risultano alle mie orecchie sempre uguali se li ascolto per due volte… Eppure quando ero ragazzina mi piacevano molto… Forse allora volevo soffrire e il dolore si trasformava in un sottile piacere di autocommiserazione. Comunque ci mancava solo che fosse in bianco e nero e in tre D per apparire proprio un vero funerale. Per due ore ho implorato un intervallo che mi permettesse di scappare senza disturbare il resto della sala. Ma perché farsi così male?
Eppure non mi hanno lasciato uscire e alla fine chiedevo solo di essere graziata e uccisa sul posto per non sentire più quella musica e soprattutto per non vedere più in bianco. Finalmente di nuovo nel mondo con tanti rumori e tanti colori. Mi aspetta un bellissimo tramonto che finalmente mi ridà un po’ di vita e cancella la voglia di autodistruzione. Cos’ l’indomani decido di vedere Bridget Jones baby. Come sempre un film divertente. Come sempre lei bravissima e Colin Firt bellissimo …
Finalmente posso ridere e pensare che il mondo e la vita vanno vissuti così, ridendo di noi stessi e prendendoci in giro. La vita altrimenti senza ironia lascia posto solo ad immagini apocalittiche. Non bisogna soffermarci sul fatto che possiamo morire da un momento all’altro ma pensare che viviamo ogni attimo come sia l’ultimo, godendo e prendendoci tutto quello che ci viene regalato.
La vita è un dono ma perché l’hanno regalata proprio a me? Non l’avevo chiesta e al massimo potevano regalarmi un giocattolo… Potevano? Ma chi è che ti regala una vita se non Jerry Scotti nel suo programma? Chi è veramente Jerry Scotti? Se lui regala le vite chi regala le morti? Forse un altro presentatore magari della Rai? Ma che domande! Non lo sai forse che Berlusconi dopo aver compiuto i suoi favolosi 4 x20 ha anche dichiarato che solo lui è il novello divino? E che prenderà presto il posto del mago Otelma? Quindi Mediaset è il nostro paradiso o è il paradiso per tutti?
Ma ritorniamo alla mia settimana… Mi manca Ben Hur… tralascio pure lui perché una volta in più mi rendo conto che i così detti colossal non mi piacciono, troppo sangue, troppe scene cruente del tutto gratuite, troppo tutto e basta e adesso alla prossima settimana..



Clarence Gagnon, The Pond in October

[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3.2 / 305 )
Ok lo so io perdo tempo ma come faccio? 


Non solo perdo tempo ma anche la testa, i ricordi, e tutto… Ovvio da sempre io perdo tutto e poi cerco, cerco, cerco e non guardo mai nel posto giusto perché non mi ricordo che sono super ordinata e quindi metto tutto al proprio posto…
Insomma sono una frana a forma di palla e per questo tengo un agenda dove metto i biglietti del cinema del teatro, segno le spese e tutto quello che ritengo di dimenticare tipo passeggiate e appuntamenti, cosa devo comperare, chi devo pagare, quando ho lezione e quando sto male. L‘agenda è un vero miracolo per me perché così so che non mi posso dimenticare o perdere qualche cosa.
Allora la settimana scorsa stando alla mia agenda non ho registrato gli Abba, Pino Daniele e i Queen. Perché? Perchè non ho guardato l’agenda!!!
Ma sono andata a vedere la Tourandot a Sydney… Magari fossi andata lì. Invece mi sono limitata ad andare al cinema. Il palco sull'acqua con sfondo le famose vele e i grattacieli illuminati: Scenario stupendo da rimanere incantati tanto da dimenticare che lei, Tourandot, sembra una gallina strappata dal pollaio, che i costumi sembrano fatti in economia, che lui si risolleva solo con “Nessun dorma”, che l’unica che vale la pena di ascoltare è Liù che però, essendo sola, risulta stonata pure lei… Stonata nel senso di fuori posto perché effettivamente ha una voce bellissima.
Il drago che sputa fuoco non è una trovata che mi va a genio e io per tutta l’opera continuo ad ammirare le luci dei grattacieli che si accendono e si spengono e immaginare la vita di chi ci abita dimenticando l’opera. Chi vivrà dietro a quei vetri? Che si fa in Australia? Come si vive? Cosa si mangia? Quado si mangia? Come si mangia?
Quante domande …
E intanto Tourandot sale sulla torre. Prego che caschi in modo da non sentirla più strillare ma la mia è una speranza vana.
Per fortuna dura poco. E’ una di quelle opere che si esaurisce in due atti e io finalmente esco con le orecchie piene di rumori…
Questa settimana si conclude con Alla ricerca di Dory.
Sono i film che mi fanno impazzire. La traboccante fantasia di chi li inventa mi provoca una serie di mal di pancia da invidia. Non so come facciano a trovare certe idee a farle incastrare tra di loro perché non è una singola storia ma ogni personaggi ha una sua storia che poi magicamente ha un suo perché nel film. Nulla è lasciato al caso e io mi perdo come Dory in quei colori, in quegli scenari, dentro ad un acquario. Insieme ad un’ostrica o nuotando con una tartaruga… Insomma spazio alla fantasia in un film che io amo più di ogni cosa. Impazzisco per i colori, per i movimenti, per i fiori, per tutto. Come vorrei avere un po’ di quella fantasia da mettere nelle mie storie…
A volte penso che la creatività dell’uomo non ha confini e allora mi viene in mente Verne quando inventava libri che sembravano impossibili mentre oggi ci sembrano ormai quasi sorpassati. La mente umana questa sconosciuta.
Nella mia agenda non c’è altro di importante salvo passeggiate, Renato Zero all’arena di Verona una noia tremenda… Non mi ero mai accorta che fosse così sempre uguale e monotono. Gran Premio di Singapore altra noia se non fosse per il panorama meraviglioso. Un po’ come la Tourandot noioso ma bellissimo il contorno con i suoi grattacieli e la piscina al 56 piano da cui vedi tutto il circuito.
Ed è di nuovo lunedì e la mia settimana ricomincia con le lezioni e con gli appuntamenti al cinema.



[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3 / 268 )
E qui ci vengo sempre meno... 


Ogni tanto mi prende la voglia di buttare giù quattro pensieri che non ho, ma poi ecco che volano via e io mi perdo in tanti altri lavori ed è subito sera.
La notte come sempre dormo poco e male e il mio piede, nonostante sia passato abbastanza tempo da quando ho cercato di fare Superman, non si è ancora sgonfiato. Mi fa ancora male e non riesco a camminare. Mi limito ogni giorno a fare un 'ora di pedalata davanti alla tv e ho dovuto sospendere le mie passeggiate in centro con grande dispiacere. Mi divertivo, la mia mente era all'aperto libera di andarsene dove voleva e io scattavo un sacco di foto con la mia macchina fotografica immaginaria.
Mi sono decisa e mi sono comperata un nuovo cellulare che fa delle foto bellissime e poi, data la mia infermità, ho cominciato a prendere lezioni di pc. Adesso so anche accenderlo! Nella prossima lezione imparo a spegnerlo... Scherzi a parte adesso sto facendo ordine... Praticamente mentre prima avevo un po' di qua e di là adesso ho un unico archivio e posso accedervi attraverso i miei pc. Ho riunito tutte le mie foto e così ho spanto un po' di lacrime rivedendo parte della mia vita... Non ho avuto ancora il coraggio di dar loro un nome, le ho semplicemente lasciate in ordine di data... Ho riunito i documenti e insomma adesso è quasi tutto in ordine. Ho anche imparato a scaricare anzi a copiare i miei cd sul pc e poi sul cell in modo di avere la mia musica quando il mio piede deciderà di stare meglio. Ho una stampante laser, ho un'estensione della memoria del cell e adesso sto imparando ad usare la tavoletta grafica e anche un nuovo programma di ritocco per le foto. Intanto la mia casa sta ottenendo una sistemazione stabile. Ora credo che sia praticamente a posto. Mi manca solo un garage dove ho dentro tutti i giornalini e i libri che guardo meno. Verrà un super garage e poi manca solo lo spostamento di Chioggia e finalmente forse la mia vita sarà per un po' ferma. Questo maxi trasloco mi ha stremato e io mi sento sempre più rotonda, sempre più gonfia e sempre più depressa. Insomma non sono cambiata nemmeno di un pelo!
La mia vita va tranquillamente alla deriva e io nuoto senza tanto dispendio di energie. Ho traslocato tutte le piante da dentro nelle terrazze e da lunedì forse avrò la voglia di prendere in mano un pennello e dare il colore ai porta piante in ferro. Intanto ho fatto colorare di verde il tavolo della cucina , ci ho messo sopra un vetro e adesso ho ordinato degli stencil ( si dirà così??) da mettere tra tavolo e vetro. Vedremo il risultato. Intanto passo le mie giornate a pedalare, a cucinare, a ingrassare, a portare acqua alle piante assetate, ad andare al cinema e a teatro.
Ma apriamo l'agenda... Mio Dio è di nuovo quasi luglio...
Ho fatto il cambio della metà agenda e adesso fra un mese comincerò a fare i preparativi per Natale!Nemmeno il tempo di far asciugare lo smalto delle unghie dei piedi che ti devi rimettere il piumino...
Testa piena di segatura, testa vuota, testa piena di acqua, testa che non serve, zucca da fare lessa, testa senza cervello, nessun rumore, nessun suono, nessun ricordo, nessun pensiero, nessuna idea, niente di niente , nulla assoluto, la mia testa è così... Ed eccoci alla solita domanda :io avrò una testa?
Ovviamente no! Ma non solo... non ho nemmeno un cervello perchè non avendo la testa non saprei dove metterlo e quindi non ricordo nulla... Leggo e dimentico , guardo e non vedo, sento e non ascolto. VUOTO... Io sono il vuoto e il nulla mi possiede... Sono posseduta dal niente! Nemmeno il demonio cerca di penetrare quello che non c'è ..Non potrò mai girare la testa di 360 come Regan nell'esorcista!
Insomma nemmeno i ricordi rimangono e allora apriamo l'agenda... Maggio il mese delle rose che io non più, che io quest'anno non ho visto perchè non sono mai passata davanti alla mia casa vecchia... Ho perso anche la fioritura dei ciliegi... Ci saranno ancora? Eppure io credevo di doverci morire in quella casa... Quanti progetti e poi in un attimo tutto cambia e tu ti trovi a scrivere un libro diverso da quello che ti eri immaginato. E infatti la mia vita ha preso una strada diversa. Ma vedi mi sono ripersa... allora maggio coraggio. Il primo di maggio ho cambiato lo spazzolino... Certo che rileggere ciò che ho scritto è di un interesse unico.. Il cambio dello spazzolino è fondamentale nella vita di una persona!Il giorno nove sono stata malissimo... Testualmente scrivo:La notte peggiore della mia vita. Finalmente è mattina. Per fortuna che il tempo cancella e che io non ho la testa per ricordare e infatti...Non ricordo anzi veramente ricordo ma preferisco non farlo! E' un po' come certe persone: le elimini dalla memoria come fai con i nomi del cellulare... Schiacci elimina e sì e tutto va nel cestino senza farsi male e tu non hai più quel nome. Io resetto così il cervello che non ho. Causa questo malessere orrendo ho perso il Rigoletto!Devo essere andata a vedere L'Histoire de Manon ma non ricordo nulla ma ho i biglietti! In realtà qualche cosa ricordo anche perchè un balletto così bello e un Bolle che balla non si può dimenticare. Due ore e poco più di puro spettacolo impeccabile sotto tutti i punti di visti. Intanto ho cambiato le tende e poi sono corsa al cinema a vedere Il racconto dei racconti un film che mi è piaciuto tantissimo e che non ho fatto a tempo ad elaborare( devo tornare a vederlo ) perchè il giorno dopo sono stata catapultata dentro a Gli impressionisti e lì credo ancora di esserci. Mi si sono riempiti gli occhi e io non sono riuscita a resettare il tutto. Ho ancora la memoria piena e le pile scariche. E come per incanto maggio è finito. Le mie piante sono felici al sole e all'aria e io sono ancora immobile con il piede gonfio e con i quadri dentro alla testa che non ho. E ritornato giugno al suono del cucù... Ho cambiato di nuovo le coperte … Avrà mai fine questo va e vieni di caldo e freddo? Non so ma Dior mi aspetta al cinema e io volo a vedere una sfilata meravigliosa e imparo tutto quello che posso per poter anche io un giorno farne una... Una sfilata ma quando mai? Eppure c'è stato un tempo in cui ho fatto anche quello con mia madre... Andavo a Pitti moda , a Milano e poi e poi e poi... tempi passato RESETTA SUBITO! Fatto grazie! E dopo Dior... Vincent Van Gogh altra memoria piena!!!E' possibile vedere tante cose belle e soprattutto come facevamo a farle così belle? Perchè io non sono capace? Perchè io non ho nessun talento? Perchè io mi limito ad essere un palla?
E di nuovo ecco il dramma perchè io non capisco nulla? Sorrentino. Youth La Giovinezza. Non ho capito nulla! Devo essere proprio scema... Già La grande bellezza per me era stata astrusa … Non avevo capito nulla e mi ero concentrata sulla bellezza della fotografia.. Qui la stessa cosa. Ho visto dei bellissimi paesaggi, dei bellissimi particolari, mi sono piaciuti i personaggi, ho ammirato gli attori ma mi è sfuggito il senso del film. Devo essere sempre più cretina … Può forse essere che in fondo non si deve cercare per forza un significato nascosto ma la bellezza del film sta proprio nella sua semplicità di raccontare una cosa normale? Mah! Nonostante la mia pochezza il film mi è piaciuto molto ma si sa a me piace quasi sempre tutto! E siamo quasi ad ieri quando sono andata a vedere Le regole del caos... Devo dire che un titolo così per me senza testa è un rebus... Comunque se tutto ha una regola perchè il caos non dovrebbe averne una? Ma se il caos ha una regola allora non dovrebbe più essere caotico e allora che caos sarebbe?
Il caos è l'origine di tutte le cose e allora perchè non ha originato il mio cervello? Dal caos si è generato tutto … ma allora caos vuol dire vuoto e dal vuoto attraverso lo scorrere del tempo e attraverso Piero Angela si è creato questo caos che noi oggi chiamiamo mondo e Cremonini ci ha fatto una canzone con Jovanotti o quasi...

Ho visto un posto che mi piace si chiama Mondo 
Ci cammino, lo respiro la mia vita è sempre intorno 
Più la guardo, più la canto più la incontro 
Più lei mi spinge a camminare come un gatto vagabondo… 
Ma questo è il posto che mi piace si chiama mondo…. 

Uomini persi per le strade, donne vendute a basso costo 
Figli cresciuti in una notte come le fragole in un bosco 
Più li guardo, più li canto più li ascolto 
Più mi convincono che il tarlo della vita è il nostro orgoglio 
Ma questo è il posto che mi piace si chiama mondo…. 
sì questo è il posto che mi piace… 

Viviamo in piccole città (nascosti dalla nebbia) 
prendiamo pillole per la felicità (misericordia) 
Non siamo virgole (amiamo l'Inghilterra) 
Crediamo nell''eternità… 

Ho visto un posto che mi piace si chiama Mondo 
Dove vivo non c'è pace ma la vita è sempre intorno 
Più mi guardo, più mi sbaglio, più mi accorgo che 
Dove finiscono le strade e proprio li che nasce il giorno 
Ma questo è il posto che mi piace si chiama mondo…. 
sì questo è il posto che mi piace… 

Viviamo in piccole città (nascosti dalla nebbia) 
prendiamo pillole per la felicità(misericordia) 
Non siamo virgole (amiamo l'Inghilterra) 
Viviamo dell'eternità… 

Gira e gira e non si ferma mai ad aspettare 
Sorge e poi tramonta come un delfino dal mare 
Muove la sua orbita leggero e irregolare 
Distribuisce sogni e ritmo buono da danzare 
Mondo cade, Mondo pane, Mondo d'abitare 
Mondo che ci salva, Mondo casa da ristrutturare 
Tutto è falso, tutto è vero, tutto è chiaro, tutto scuro 
Questo è il posto che mi piace aldiquà aldilà del muro 

Viviamo in piccole città (nascosti dalla nebbia) 
prendiamo pillole per la felicità (misericordia) 
Non siamo virgole (amiamo l'Inghilterra) 
Viviamo dell'eternità… 
Viviamo in piccole città (nascosti dalla nebbia) 
prendiamo pillole per la felicità(misericordia) 
Noi siamo virgole (amiamo l'Inghilterra) 
Viviamo dell'eternità… 
Viviamo nell'eternità… 
Viviamo nell'eternità… 

Ho visto un posto che mi piace 
Ho visto un posto che mi piace 
Ho visto un posto che mi piace 
si chiama Mondo 
si chiama Mondo 
si chiama Mondo 

Gira e gira e non si ferma mai ad aspettare 
Sorge e poi tramonta come un delfino dal mare 
Gira e gira e non si ferma mai ad aspettare 
Sorge e poi tramonta come un delfino dal mare

Anche questo film di una bellezza straordinaria... I giardini di Versailles … i fiori, l'incanto dei colori e la tarma in fondo è solo una cosa secondaria … Non esiste e se esiste è la storia di tutti i giorni di una persona normale. Insomma ecco la mia testa comincia di nuovo a fare i capricci e io non ci capisco più nulla … Meglio chiudere qui piuttosto che qualcuno trovi scandaloso che io dica che le trame belle devono essere semplici e che in fondo un film può anche non raccontare storie straordinarie ma solo la vita di tutti i giorni l'importante è che piaccia e che tu all'uscita possa dire di aver goduto di due ore di bellezza


Vincent van Gogh

[ commenta ]   |  permalink  |  riferimento  |   ( 3 / 548 )

Altre notizie